MiTo Settembre Musica 2017

mito

Dal 3 al 21 settembre la manifestazione MiTo Settembre Musica, torna tra Milano e Torino con i suoi concerti, che saranno ben 140, un nuovo record per la manifestazione curata da nomi prestigiosi  come Anna Gastel e Nicola Campogrande.

MiTo per l’undicesima edizione è dedicata al tema della natura, che spesso è stata una fonte d’ispirazione per le grandi composizioni della musica classica.

Il festival inizierà il 3 settembre al Teatro alla Scala di Milano con Gustav Mahler Jugendorchesterm, che terrà il concerto Quattro paesaggi, legato proprio alla natura e ai differenti modi della musica di relazionarsi.

La GMJ è stata fondata a Vienna a cavallo tra 1986 e il 1987 per iniziativa del maestro Claudio Abbado. Oggi è considerata l’orchestra giovanile più importante del mondo ed è stata premiata dalla Fondazione Culturale Europea nel 2007.

Protagoniste delle serate saranno orchestre come l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e l’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano

Come nell’edizione 2016, quando venticinquemila persone si unirono in due cori distinti ma con un’unica voce, in piazza del Duomo e in piazza San Carlo, anche quest’anno gli stessi spazi delle due città diventeranno il 9 settembre a Torino e il 10 a Milano, un gigantesco palcoscenico per la serata di MITO Open Singing, dove tutti potranno cantare unendosi al Coro Giovanile Italiano e a mille coristi radunatisi in piazza sotto la guida del direttore Michael Gohl, esperto nella pratica dell’open singing.

Durante questo straordinario momento di condivisione, la programmazione di MITO 2017 proporrà anche un momento di ascolto collettivo della Nona Sinfonia di Beethoven, eseguita dall’Orchestra Giovanile Italiana, il Coro Maghini ed i solisti dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino, diretti dal maestro Daniele Rustioni.

Sempre il 10 settembre, presso la Basilica di Sant’Ambrogio a Milano, si terrà la Messa in Latino e canti Gregoriani a ingresso gratuito.

Nei fine settimana si concentrerà la programmazione per i bambini con una serie di spettacoli e concerti pensati per loro, come Orfeo, ideato in coproduzione con il Festival della Letteratura di Mantova, che il 16 e 17 settembre racconterà ai più piccoli il capolavoro di Monteverdi, nel 450° anniversario della nascita del compositore.

E’ prevista anche la prima esecuzione de Il canto della fabbrica, di Francesco Fiore, composto per conto della Fondazione Pirelli per il violino di Salvatore Accardo e l’Orchestra da Camera Italiana, dopo la visita del compositore e dei musicisti al Polo Industriale di Settimo Torinese in cui Renzo Piano ha progettato una struttura trasparente, la Spina, che è in stretto rapporto con l’ambiente e i ciliegi che la circondano.

Oltre ai brani di autori viventi tra le pagine di repertorio il Festival accoglierà quest’anno anche la prima esibizione italiana degli Eighth Blackbird, un sestetto proveniente da Chicago, oggi formazione di punta della nuova musica statunitense.

Il Festival terminerà a Torino il 21 settembre, ancora al Teatro Regio, con il concerto delle Filarmonica della Scala diretta da Riccardo Chailly.

Durante il festival, sia a Milano sia a Torino, ci saranno vari eventi collaterali e mostre come Stories of Innovation al Palazzo Reale di Milano, in programma fino al 24 settembre, la mostra Africa.  Raccontare un Mondo al PAC Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano e la mostra Missione Egitto 1903-1920 presso il Museo Egizio di Torino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...