Villa Balbianello per sognare anche in autunno

Tra il prolungamento della stagione turistica, aperture serali e invernali, cene culturali, matrimoni e allestimenti natalizi, una nuova toponomastica e i visitatori sopra le 100mila presenze Villa Balbianello di Tremezzina ha un futuro ricco di novità, come ha detto Giuliano Francesco Galli, general manager FAI Lombardia prealpina “Per quanto riguarda le presenze già da qualche settimana è stata superata quota 100mila visitatori e si stima che, entro la fine della stagione, supereremo i 115mila. Dati in crescita rispetto a un 2016 che già era stato un anno record”.

In linea con le tendenze del turismo sul Lario, da anni in costante ascesa.

Villa Balbianello per il terzo anno di fila si conferma così, il bene FAI più visitato d’Italia e l’87% dei visitatori sono stranieri, che vengono da Regno Unito, Francia, Nord Europa, America, Australia, Paesi Orientali, Spagna, Germania, Russia, oltre ad essere richiestissima quale location per matrimoni da favola. Con una coppia arrivata appositamente dai Caraibi e precisamente da Aruba, proprio per sposarsi in questa spettacolare e affascinante villa lariana.

Coppie che si dicono sì, anche con il semplice rito civile celebrato grazie all’accordo con il Comune di Tremezzina, come nel caso di Chris Smalling, difensore centrale del Manchester United, che ha scelto di sposarsi proprio qui. Ed è stato uno degli eventi mondani dell’estate 2017.

Alcune coppie hanno scelto di sposarsi in perfetto stile Star Wars, con tanto di corteo nuziale formato da figuranti in versione Stormtrooper, i soldati delle truppe dell’Impero galattico.

Richiamando le scene girate qui nel 2002, per l’episodio “L’attacco dei cloni”, uno dei film della saga. Lo spettacolare giardino e l’incantevole loggia del Cardinal Durini a picco sull’acqua che da oltre due secoli offre ai visitatori una straordinaria vista sul lago, fecero infatti da cornice al matrimonio tra la senatrice Padmé Amidala e Anakin Skywalker. Scene che sono entrate nell’immaginario collettivo, non solo per gli amanti della saga di Guerre Stellari.

Una delle novità più interessanti sarà l’intitolazione al conte Guido Monzino del percorso pedonale che da Via degli Artigiani conduce in villa, adesso in attesa di autorizzazione da parte del prefetto.

Il conte Guido Monzino (1928-1988), erede di una famiglia d’industriali, dedicò la sua vita alle imprese alpinistiche e alle esplorazioni e fu il primo a portare la bandiera italiana al Polo Nord e in cima all’Everest.

Monzino acquistò Villa del Balbianello nel 1974 e si dedicò a una completa opera di ristrutturazione, per poi collocarvi le sue numerose collezioni d’arte, l’importante biblioteca, i cimeli e i ricordi delle proprie spedizioni, come quelle all’Everest nel 1973 e al Polo Nord nel 1971 con una slitta trainata da cani, e alla morte lasciò la sua dimora al FAI.

L’intitolazione ufficiale della via avverrà il 2 marzo 2018 per il 90° anniversario della nascita del conte e da allora Villa Balbianello si troverà in Via Guido Monzino al numero 1.

A ottobre si terrà la rassegna Sete di cultura e peccati di gola al Balbianello, con tre serate tra raffinate cene a tema, degustazioni delle eccellenze gastronomiche italiane, visite al giardino e agli interni della villa e osservazioni astronomiche.

S’inizierà venerdì 6 ottobre con il Giardino della Kolymbethra che incontra la cucina e i vini siciliani; il 13 ottobre i Castelli di Masino e Manta incontreranno Balbianello con la cucina e i vini piemontesi; il 20 ottobre Villa dei Vescovi sarà a Lenno con la cucina e i vini veneti.

Un’ulteriore iniziativa fra arte e gastronomia è la Cena dal Conte Monzino, ideata in collaborazione con Tremezzina Gastronomica, prevista per sabato 4 novembre.

Per l’occasione ci saranno la visita guidata della villa e la proiezione del documentario Guido Monzino: l’ultimo esploratore, con le immagini delle spedizioni che lo stesso Monzino fece girare ai grandi operatori dell’epoca.

Nei prossimi mesi dopo il successo dello scorso anno, il FAI riproporrà l’esperienza delle aperture invernali della villa nei giorni festivi e nei ponti dall’8 dicembre 2017 fino all’Epifania 2018, oltre alla collaborazione con l’associazione Amici del presepe della Sezione Tremezzina, che realizzerà un nuovo allestimento all’interno della Villa.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s