Un aiuto per Amatrice a Gavirate

Il Maestro Antonio Pedretti e la sua arte a favore di Accumoli e Amatrice, per un’iniziativa che fonde arte e solidarietà.

Domenica è stato un pomeriggio dedicato all’arte e alla solidarietà a favore delle popolazioni terremotate di Amatrice e Accumoli, presso l’oratorio di Gavirate, dove è andata in diretta una performance artistica del pittore gaviratese Antonio Pedretti, coadiuvato da giovanissimi assistenti e dove, lungo una tela grande due metri per tre, in cui i cittadini hanno lasciato l’impronta colorata dei pollici delle loro mani.

Se la prima opera, con un paesaggio lacustre tipico di Gavirate, è completa, la tela con i pollici sarà mostrata in tutt’Italia nei prossimi mesi, per consentire a chi lo desidera di lasciare l’impronta del proprio pollice, come un piccolo segno concreto di vicinanza alle popolazioni terremotate. “Difficile fare una stima di quante persone abbiano partecipato” spiega Gianni Lucchina, consigliere comunale e coordinare del comitato organizzatore “sicuramente sono state più di trecento; un risultato straordinario, visto anche il tempo incerto, ma che non ci stupisce visto lo spirito solidale che storicamente anima il cuore dei gaviratesi”.

Una solidarietà che ha permesso di raccogliere a Gavirate 22.500 euro che il comitato destinerà per il progetto Casa Futuro, un centro di aggregazione e formazione dei giovani di Accumoli e Amatrice, per aiutarli a non lasciare la loro terra d’origine.

A lasciare l’impronta c’erano anche il sindaco Silvana Alberio, il parroco don Maurizio Cantù e tanti rappresentanti delle associazioni gaviratesi, oltre a molte  famiglie e tanti bambini.

“Una famiglia con figli si è presentata oltre l’orario di chiusura chiedendo di poter lasciare le loro impronte” dice Lucchina “la partecipazione è stata davvero sentita e anche gli eventi musicali collaterali hanno riscontrato grande consenso; sono molto orgoglioso dei gaviratesi e ringrazio davvero di cuore il maestro Pedretti”.

Dato il tempo incerto, la performance artistica dell’artista si è tenuta al coperto, presso le sale interne dell’oratorio, dove un percorso obbligato ha condotto i partecipanti alla sala artistica, con una serie di video su Amatrice distrutta dal terremoto per arrivare alla stanza che ha ospitato la performance di Pedretti e la tela con le impronte dei pollici colorate.

Il quadro dell’artista gaviratese verrà riprodotto su copie numerate e firmate dall’autore, che saranno messe in vendita allo scopo di raccogliere altri fondi pro terremotati, poi entrambi i quadri verranno poi portati ad Amatrice e affissi a Casa Futuro, una volta completata.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s