Weekend di novembre a Ghiffa

MINOLTA DIGITAL CAMERA

Per domenica 5 novembre, verso le 14, la Rete Alto Verbano, grazie alla collaborazione di Amici del Museo di Cannero Riviera e della Parrocchia di San Maurizio di Ghiffa, presenterà un’escursione dal Santuario della SS. Trinità di Ghiffa fino a Susello intitolata Tra santi, profeti e sibille. La chiesa di Santa Maria Assunta.

La gita si colloca nel contesto di Romaniche passeggiate, escursioni sul romanico e dell’architettura sacra nell’Alto Verbano, proposte dalla Rete Alto Verbano con la collaborazione degli Amici del Museo di Cannero Riviera e di Comuni e parrocchie del territorio e il sostegno della Fondazione Comunitaria del VCO per il progetto Musei e cultura tra lago e monti.

La passeggiata avrà come punto di ritrovo il Santuario della SS. Trinità di Ghiffa e partenza alla volta della frazione di Susello, dove si trova la chiesa di Santa Maria Assunta, con un itinerario tra i boschi con i colori dell’autunno del Monte Cargiago.

Nella chiesa la storica dell’arte Chiara Bovio racconterà gli affreschi che la decorano, come i dipinti rinascimentali del pittore di Oleggio Giovan Maria De Rumo.

Quando fu eretta, nel 1173, Santa Maria Assunta era una cappella e fu solo tra il 1592 e il 1597 che vennero aggiunti il corpo centrale e le due navate laterali.

La facciata della chiesa è a capanna di stile romanico – lombardo, sui vertici si vedono i pinnacoli neogotici e sopra il portale cinquecentesco è collocato un piccolo rosone, all’interno la chiesa ha tre navate ed è a pianta quadrata.

Nell’abside sopra l’altare si trova l’affresco di Maria Assunta in cielo attorniata da Angeli, mentre la parete frontale della navata di destra conserva lo sposalizio di Maria, con i santi Sebastiano, Rocco e Maurizio che assistono alla cerimonia.

Vicino al portale, sulla parete della navata di sinistra, c’è un dipinto con la crocifissione di Gesù, mentre la Madonna affranta dal dolore è confortata da altre donne.

Nel Seicento, durante la peste, allo scopo di evitare il contagio, le pareti furono ricoperte da uno strato di calce che celò agli occhi di tutti gli affreschi e solo i restauri del 1977 hanno riscoperto gran parte dei dipinti perduti.

In caso di maltempo l’escursione a piedi sarà annullata ma si terrà la visita guidata alla chiesa, con l’inizio previsto per le 15.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s