Un nuovo accordo tra i musei di Chiasso e Napoli

L’Ambasciata di Svizzera a Roma ospiterà lunedì 20 novembre, alle 18, le direzioni del MANN-Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MIBACT-Ministero italiano dei beni e delle attività culturali e del turismo) e del m.a.x. museo di Chiasso (Svizzera) che stipuleranno una convenzione internazionale.

L’accordo vedrà la collaborazione delle due istituzioni museali per una serie di progetti di studio, ricerca e valorizzazione nell’ambito archeologico di cultura classica per il MANN e in quello grafico e di design per il m.a.x. museo.

La cooperazione fra il MANN-Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MIBACT-Ministero italiano dei beni e delle attività culturali e del turismo) e il m.a.x. museo di Chiasso è iniziata con la mostra dedicata a J.J. Winckelmann (1717-1768), erudito dallo stile raffinato, e alla sua fondamentale opera Monumenti antichi inediti.

L’esposizione, presentata al m.a.x. museo (febbraio-maggio 2017) e poi al MANN di Napoli (giugno-settembre 2017) ha messo a confronto grafiche e reperti archeologici, oltre a manoscritti, libri antichi, matrici, ritratti e dipinti, per sottolineare connessioni e scoperte.

Adesso il MANN e il m.a.x. museo continueranno un’attività in comune di studio, ricerca e valorizzazione, grazie alla convenzione internazionale firmata dal direttore del MANN, Paolo Giulierini, e dalla direttrice del m.a.x. museo, Nicoletta Ossanna Cavadini per l’incontro Sinergie e cooperazioni culturali presso l’Ambasciata di Svizzera a Roma, con il saluto di Dagmar Schmidt Tartagli, Incaricato d’Affari a.i., e gli interventi di Susanne Bieri (vicepresidente del comitato scientifico del m.a.x. museo e Leiterin Graphische Sammlung alla Biblioteca Nazionale Svizzera di Berna) e di Pietro Giovanni Guzzo (membro del comitato scientifico del MANN, già Soprintendente dei beni archeologici di Napoli e Pompei), con  un rinfresco offerto dall’Ambasciata di Svizzera.

I due musei desiderano valorizzare la collaborazione e lo scambio fra la cultura grafica mitteleuropea e l’ambito archeologico di cultura classica, la ricerca storico-documentaria di settore comprendente il coinvolgimento del territorio nella sua globalità, l’individuazione e l’approfondimento di tematiche di studio originali, ma anche promuovere la diffusione di una cultura artistica, per organizzare mostre, manifestazioni, convegni, giornate di studio da svolgere di comune intesa, oltre a studi, ricerche e iniziative sulle metodologie, sul restauro e sulle tipologie documentarie dell’archeologia e della grafica e favorire il prestito di materiali delle collezioni dei due musei per esposizioni temporanee da tenersi nelle due sedi.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s