PALIO DI LEGNANO, AL VIA LE MANIFESTAZIONI – 1 MAGGIO MANIERI APERTI

10152471_350293008436218_1692016560885476249_n

Con la cerimonia della Traslazione della Croce, tenutasi sabato sera, si è dato ufficialmente il via a tutte le manifestazioni che porteranno al Palio di Legnano in programma l’ultima domenica di maggio.

Il primo maggio è la volta dei Manieri Aperti, con le otto storiche contrade legnanesi che si aprono al pubblico mostrando i loro tesori. Con la città già tutta imbandierata per il Palio e con le installazioni che illustrano il lavoro e la storia della manifestazione.

E’ l’occasione per visitare i manieri, ovvero le sedi delle otto Contrade legnanesi, ammirare il loro ricco patrimonio di documenti storici, materiale fotografico oltre agli abiti, gioielli, accessori, armi utilizzati durante la sfilata storica dell’ultima domenica di maggio.

Allestimenti medievali, mostre, mercatini tematici e vari, esibizioni di ballo, iniziative e animazione varia, per trascorrere una giornata alla scoperta delle otto Contrade e del lavoro incessante che porta al Palio di Legnano, all’impegno profuso dai contradaioli durante tutto l’anno. E in alcuni casi assistere anche al battesimo di Contrada dei più piccoli.

E’ l’occasione per apprezzare da vicino la raffinatezza e la preziosità dei manufatti, per vedere la cura maniacale per ogni minimo dettaglio e il perfezionismo con cui gli abiti vengono ideati, cuciti e realizzati a mano con certosina pazienza e abilità. Abiti e accessori che richiedono mesi, se non anni di lavoro manuale, e che arrivano a costare anche decine di migliaia di euro.

Una vera e propria promozione per coinvolgere i (pochi) legnanesi che ancora non si sono avvicinati al mondo del Palio, ma anche un’apertura verso l’esterno per gli appassionati di rivisitazioni storiche, di curiosi e di turisti.

La manifestazione inizierà nella mattinata dell’1 maggio, con ben sei trenini gratuiti che gireranno per tutti gli otto manieri con capolinea nella centralissima via Luini, proprio a fianco della cinquecentesca basilica di San Magno. Le corse dei trenini inizieranno dalle 10.30 e si protrarranno fino alle 18.

In ogni maniero sarà possibile pranzare o rifocillarsi con bibite e panini. Ovunque si troverà il Focus espositivo “1915-1939 Il Palio delle origini e tra le due guerre”.

I centrali e storici Corso Magenta e Corso Garibaldi, vedranno posizionati delle installazioni all’aperto aventi a oggetto “Costumi, Armi e Ornamenti del Palio” al fine di valorizzare e far meglio conoscere il patrimonio stesso delle Contrade.

Si presenterà al pubblico ufficialmente il nuovo maniero di Sant’Erasmo in via Canazza 2 (a poche centinaia di metri dall’uscita dell’autostrada), inaugurazione la nuova sede alle 11.

Sant’Erasmo con tredici vittorie al Palio, è la contrada più vincente.

Sono previste le storiche bancarelle del Mercatino di antiquariato e hobbistica che firma la sua 70° edizione; da non perdere Falconeria nel Medioevo, ovvero l’area espositiva museale e la presentazione del libro a cura del maestro falconiere Fabrizio Piazza. Alle 13 si terrà la cerimonia dei battesimi di contrada, nel pomeriggio animazione e giochi.

Il centrale maniero di San Magno in via Berchet, propone la consueta gran grigliata e la mostra “Il tesoro del vescovo: paramenti pastorali e oggetti sacri della sfilata storica”, con la riproduzione di antichi reperti realizzati da abili artigiani di contrada.

La contrada di Sant’Ambrogio, in via Oberdan al Palambrogio, ha in programma il torneo di basket 3 contro 3, i “Writers in Palio” e musica con DJ set.

Per la contrada di San Bernardino, in via Somalia, torna l’accampamento degli arcieri, con scuola di tiro con l’arco, battesimo della sella, giochi medievali e la mostra con premiazione del concorso “Disegno la mia Contrada”.

Per la Flora, in via Menotti, all’interno della storica Cascina Mazzafame, una storica corte lombarda che si trova nella parte più estrema del territorio legnanese, e che è adiacente alla settecentesca chiesa di Santa Teresa d’Ávila.

Festa del Pane e presente del Consorzio Mercatino di Forte dei Marmi.

Contrada San Martino in via dei Mille prosegue la Festa di Primavera, con la mostra “La bellezza non ha tempo” excursus sul tema, dal Medioevo ai nostri giorni, cura della persona, abbigliamento, benessere: assaggi, ricette di bellezza, spezie, essenze, trattamenti di bellezza in un percorso ispirato al “De ornatu mulierum” della medichessa Trotula De Ruggiero.

Contrada di San Domenico con il maniero in via Nino Bixio si replica con la seconda edizione di “Piccoli artisti del gessetto”, quindi i battesimi di Contrada e le visite guidate al museo.

A Legnarello, contrada vincitrice dell’ultimo Palio, presso il maniero in via Dante si sviluppa la mostra “Per forza e per amore”: viaggio tra le foto storiche, una mostra composta dagli scatti d’epoca che hanno segnato la storia della contrada giallorossa.

All’esterno del maniero, il mercatino “Shopping in my city”, battesimo della sella sui pony. Dalle ore 15 spettacolo e laboratorio bolle di sapone con il mago Samui.

La Famiglia Legnanese, apre le porte della sua prestigiosa sede nella ex villa Jucker, nella centrale via Matteotti, con Cibo e cultura alla “Maniera” della Famiglia Legnanese, foto e annulli del Palio.

I parcheggi più ampi e comodi si trovano:

Via Matteotti (trenini – San Magno – San Domenico – San’Ambrogio)

Piazza mercato-cimitero (Castello – San Magno – Sant’Ambrogio)

Piazza 1 maggio (Castello – San Magno – Sant’Ambrogio)

Parcheggio vecchio ospedale (Nuovo maniero di Sant’Erasmo)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s