Le Cappelline di Iaia Filiberti al Parasi di Cannobio

LOC PITTURA FILIBERTI piccola

La storica costruzione del Palazzo Parasi a Cannobio ospiterà, dal 30 marzo al 5 maggio, la personale Cappelline di Iaia Filiberti, artista che fra progetti installativi, illustrazione e video art, ha come filo conduttore finezza, eleganza ed essenzialità di rappresentazione, unite a una vena d’indubbia ironia.

Questa mostra si tiene nelle sale dell’edificio, che sorge a ridosso della Torre Comunale, risalente al XIII secolo, accuratamente restaurate per volere dell’Amministrazione Comunale, sotto la vigilanza della Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio della Regione Piemonte.

Ai piani superiori ci sono gli spazi destinati alle manifestazioni culturali, uno dei quali molto interessante per il diretto contatto con le antiche capriate, mentre il pian terreno, un portico coperto con volte a botte, è attualmente sede dell’Ufficio Turistico.

Con quasi 50 opere, che usano la fotografia come mezzo espressivo, il progetto artistico muove da un approfondimento personale dell’artista sul culto religioso, bastato sul pellegrinaggio che Iaia Filiberti ha compiuto, da gennaio 2017 a ottobre 2018, nel territorio lombardo-piemontese, alla ricerca delle edicole all’aperto del culto popolare della Madonna, dette cappelline, come delle icone mariane custodite nelle grandi chiese.

In un momento in cui c’è molto fermento sul ruolo della religione nella società, Iaia Filiberti, protagonista delle fotografie, è ritratta in tutta la sua femminilità, quando rende omaggio alla Madonna e di fronte alle sue icone s’inginocchia, porta fiori alle cappelline di campagna o si prende cura delle immagini votive.

Tutto ciò in un delicato confronto da donna a donna, che l’artista costruisce con amore, ponendosi controcorrente rispetto all’immagine della donna nell’arte contemporanea.

Il percorso espositivo a Palazzo Parasi vedrà tante fotografie, inquadrate dall’artista in importanti cornici dorate e una decorazione su ogni opera, usando una ricercata passamaneria, con come corredo brevi preghiere e brani letterari di autori famosi, uniti come in un ricamo.

Completa il percorso espositivo il video Giovanni, il sorprendente racconto di una particolare professione.

Inaugurazione:

Sabato 30 marzo, ore 17:00.

Orari di apertura:

Giovedì e venerdì ore 10:30/12:30 sabato ore 10:30/12:30-16:00/18:00
domenica ore 10:30/12:30  – lunedì 22 Aprile (Pasquetta) 10:30/12:30

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s