Made in Italy d’epoca a Saint Moritz con Passione Engadina 2016

Un’idea per un week-end agostano o una giornata in una delle perle delle Alpi per ammirare le storiche auto italiane.

Le splendide montagne dell’Engadina, il fascino immutato di St. Moritz, a 1820 metri di altezza, una tra le mete sciistiche più ambite dal jet-set mondiale, per la sua raffinatezza e la sontuosità che la contraddistinguono.

Uno spettacolare lembo di terra, incastonato tra le montagne delle Alpi, con i laghi di Sils, Silvaplana, Champfer e quello di St. Moritz, accarezzato dal sole per quasi tutto l’arco dell’anno, che offre gastronomia di alto livello in grado di soddisfare i sogni dei gourmet anche a bordo pista.

La Via Serlas, un piccolo paradiso dello shopping, ma dove, proprio dietro l’angolo, è sempre possibile trovare specialità locali come la torta di noci engadinese.

Le attrattive turistiche come la torre pendente, resto della Chiesa di San Maurizio, risalente al periodo cinquecentesco, oppure il Museo Segantini, sono alternative al lusso e al jet set.

Questa è la cornice della quinta edizione di “Passione Engadina”, dal 19 al 21 agosto, un raduno-evento di auto storiche italiane con pezzi rari e unici, creato con l’obiettivo di portare a St. Moritz e in tutta la valle, il bello dell’italianità, per tradizione, gusto e stile con solo auto storiche prodotte in Italia sino al 1980 più alcune sportcars dal 1984 in avanti, ammesse a discrezione dell’organizzazione per un totale di cento vetture storiche, facendo registrare il sold-out. Con un focus in questa edizione incentrato sull’Alfa Romeo e l’Abarth, incontri con piloti e giornalisti, una sorta di “Museo a cielo aperto” automobilistico per tre giorni nel centro di St. Moritz.

Alfa Romeo, marchio milanese che ha fatto la storia dell’auto e dello stile, che proprio in questo 2016 ha visto la sua rinascita, con nuovi modelli portati sul mercato. Abarth, casa automobilistica italiana, fondata il 31 marzo 1949 a Bologna dall’ingegnere italo-austriaco Carlo Abarth e dal pilota Guido Scagliarini, poi trasferita a Torino e rilanciata nel 2007.

Novità di questa edizione anche il nuovo percorso del rally storico, il “Julius Baer rally” che si terrà il sabato, per un’intera giornata dedicata al piacere della guida di vetture ancora prive dell’elettronica imperante dei giorni nostri, con auto che, in molti casi, non hanno nemmeno il servosterzo. Per la prima volta il percorso toccherà anche Austria e Italia, attraverso il passo di Resia con pausa pranzo nella piccola cittadina di Glorenza. Il passo del Forno farà da cornice al ritorno verso St. Moritz.

Miki Biasion, due volte campione del mondo di Rally nel 1988 e nel 1989, correrà questa edizione di “Passione Engadina” con la sua Abarth 124 spider.

Quest’anno la “St. Moritz Challenge Cup” viene suddivisa in due giornate: il venerdì pomeriggio presso la base militare di S-Chanf con un vero e proprio circuito dedicato, ulteriore novità della 5^ edizione di “Passione Engadina” e la domenica mattina presso l’aeroporto di Samedan con le consuete prove dall’alto tasso adrenalinico. Qui, una parte della mattinata sarà riservata ai test-drive con gli ultimi modelli di Ferrari, Maserati e Abarth.

Attesa particolare per il “Concorso d’eleganza Luigino Della Santa”, che vedrà le auto esposte nel centro di St. Moritz domenica 21 agosto 2016, a partire dalle ore 10.30, fino alle 15.00. L’unica giuria sarà il pubblico che potrà scegliere la propria auto preferita indicandola sulle schede che lo staff di ”Passione Engadina” distribuirà nella mattinata inserendole poi nelle apposite urne. Nei giorni successivi all’evento verranno estratti tre vincitori che riceveranno premi legati al mondo di Passione Engadina.

Per il museo a cielo aperto, sempre a St. Moritz, saranno visibili pezzi pregiati come le Alfa 6C 1750 Gran Turismo del 1929, l’unico esemplare della GP Tipo B Aerodinamica del 1934 o la Tipo 33/2 Daytona del 1968. Il marchio dello scorpione invece porterà anche la Fiat Abarth 750 Zagato del 1959 e la Abarth 3000 V8 Sport Injection del 1971 di cui sono esistenti solo due esemplari. Con loro anche una Fiat Abarth 1000 Bialbero 1963, la Fiat Abarth 1000 Sport dello stesso anno, e la Fiat Abarth 2000 Sport SE010 4-fari datata 1968. In mostra anche uno dei pochi esemplari della Iso-Grifo, degli anni 60, una delle auto d’epoca più ricercate.

Manifestazione che vedrà come ospiti due nomi di spicco del design automobilistico, Lorenzo Ramaciotti e Walter de Silva che hanno segnato due epoche distinte della casa del biscione.

Tra gli altri ospiti anche gli ex piloti di F1, Bruno Giacomelli e Arturo Merzario per quella che sarà poi nella mattinata di Domenica presso la via Serlas, la “Zegna Sunday Talks” con Paolo Zegna e il giornalista esperto di motori Pino Allievi. Presente anche Anneliese Abarth, vedova di Carlo o meglio Karl Abarth.

Per arrivare a Saint Moritz, la strada è veramente spettacolare e sicuramente da sola vale il viaggio, i passaggi e i paesaggi sul lago di Como, da entrambi i rami del Lario, il superamento della Val Bregaglia tramite il Passo del Maloja e quella della Val Poschiavo dal Passo del Bernina. L’attraversamento più a Nord con il passo dell’Albula, la rendono meta ambita dai drivers di tutto il mondo, sia su quattro che due ruote. E per chi volesse godersi al meglio il tutto, rimane sempre il viaggio con il trenino rosso del Bernina, patrimonio mondiale dell’Unesco.

IL PROGRAMMA

venerdì 19 Agosto
10.30 – 12.00
Arrivo degli equipaggi e registrazione presso Kempinski Grand Hotel des Bains
12.00 – 14.00
Pranzo presso Kempinski Grand Hotel des Bains, buffet speciale
14.00 – 14. 30
Driver briefing e consegna Road Book
14.30 – 16.30
Challenge Cup parte I
16.30 – 18.00
Relax
18.15 – 23.00
Evento Muottas Muragl

Sabato 20 Agosto
07.45 – 08.45
Raggruppamento auto
09.00 – 12.00
Julius Baer Rally
12.00 – 13.30
Lunch break a Glorenza
13.30 – 16.00
Julius Baer Rally
16.00 – 17.00
Arrivo delle auto a St. Moritz
17.30 – 19.30
Relax
19.30 – 23.00
Cena di Gala presso Kulm Hotel
23.30 – 04.00
DJ night con Paolone, Sonny Bar

Domenica 21 Agosto
07.45 – 08.30
Trasferimento presso aeroporto Samedan
08.30 – 10.15
Challenge Cup parte II
10.15 – 11.00
 Allineamento auto centro St. Moritz, via Serlas
11.00 – 12.30
Aperitivo in città
12.30 – 14.00
Pranzo Kulm Hotel, buffet speciale
14.00 – 14.45
Premiazione Challenge Cup e Concorso d’Eleganza
15.00
Fine dell’evento

Pubblicato su: http://www.labissa.com 

 

Advertisements

2 thoughts on “Made in Italy d’epoca a Saint Moritz con Passione Engadina 2016

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s