Coss è-la la Lengua Lombarda? E perdè ne parlom ?

La lingua Lombarda, censita dall’UNESCO con il codice ISO 639-3 lmo, oggi è tra le lingue in pericolo d’estinzione, è stata menzionata in vari trattati storici e moderni e ha una storia che risale almeno al XIII secolo, ed è ancora usata, nelle sue varianti locali, da qualche milione di lombardi ed insubri.

Paradossalmente però il lombardo non è ancora riconosciuto come lingua regionale o minoritaria dal Consiglio Europeo, anche se ha le caratteristiche per rientrare negli standard degli idiomi tutelati dalla Carta europea per le lingue regionali o minoritarie, documento che però non è ancora stato ratificato dallo Stato italiano.

La maggioranza dei lombardi pensa che il lombardo sia un dialetto dell’italiano ma in realtà i vari dialetti che vengono parlati in Lombardia sono dialetti stessi della lingua lombarda, non di quella italiana.

Questo è dovuto al fatto che il Lombardo è una lingua parlata e trasmessa da più di un millennio mentre l’italiano è stato lingua quasi esclusivamente scritta fino a meno di un secolo fa, quindi ha avuto meno tempo per sviluppare differenze interne.

Inoltre l’italiano è stato fortemente standardizzato attraverso vari innesti linguistici con palesi influssi toscani, portandolo ad avere delle tendenze linguistiche molto più omogenee di quello di un tempo.

Oggi il lombardo ha bisogno di essere riconosciuto da una Legge Regionale che lo reinserisca in ogni contesto della società lombarda moderna, come successo in molte realtà d’Europa dove il bilinguismo è una realtà affermata da anni.

In questo resoconto, scritto in lingua lombarda, la scrittrice, giornalista, Simona Scuri racconta una conferenza in lingua lombarda e su come questa possa essere riscoperta nel mondo di oggi.

Jovedì 13 de Lui 2017 ind la eleganta Villa Gianetti, ind el center de Saronn (VA) a g’è stait una conferenza in lombard e in italian cont tri relador : el Paolo Coluzzi, sociolenguista e docent a l’Universitaa de Kuala Lumpur, Malesia, el Lissander Brasca, recercador e PhD Student in linguistega ind l’Universitaa de Bangor UK, e la Simona Scuri, Coordinadora per la Lombardia del Comitad Salvaguardia Patrimoni Lenguisteg e responsabil dei co-edizion per la cà d’edizion 24 ORE Cultura del Grop Il Sole 24 ORE.

La conferenza-dibatit, intitolada ‘La redescoverta de la nosta lengua : el lombard’, a l’è staita realizada cont el patrocini de la Rejon Lombardia, grazia a la collaborazion del Comun de Saronn cont l’Assoçazion A.L.P., e grazia a l’impegn de l’Angelo Veronesi.

I relador hann ciarid l’importanza de la redescoverta de la lengua lombarda, un patrimoni intanjibil de protejer e promœver, comè qe consilia l’UNESCO, l’Organizazion dei Nazion Unide per l’Educazion, la Scienza e la Cultura.

I relador hann spiegad qe, per l’UNESCO, l’area lombardofona la ciapa denter tute i province aministrative de la Rejon Lombardia, el Canton Texin e i Vall Meridionai dei Grixon (Svizera), i province de Novara e del Verban Cusi Ossola e el Trentin Ocidental.

Intra i concets fondamentai i relador hann spiegad qe, quand qe parlom i nosts ‘dialets’, dovarissom semper tegnir a ment qe sem dree a parlar dei ‘dialets – çoè dei varietaa locai – de la lengua lombarda’ e minga dei ‘dialets de la lengua italiana’.

De fait, el lombard e l’italian inn do lengue storegament e struturalment distinte e indipendente.

La lenguistega moderna la considera tuts i dialets de una lengua comè espression istessament important de la lengua, donca dovarissom abituar-s a pensar qe quand qe parlom el nost dialet sem dree a parlar “la lengua lombarda”.

Anca el dialet de Saronn a l’è part de la lengua lombarda, tant mè qualsessia dialet de la provinça de Mantova, de Sondri, de Bressa, de Cremona, de Novara, de Bergem, de Milan, del VCO, de Pavia, del Canton Texin e insì via.

I relador hann fornid anca una quai informazion concernenta i deciarazion internazionai in sui dirits lenguisteg e hann citad i vantaj culturai, neurolojeg e cognitiv del bilenguism.

Se parlom italian e lombard, g’hem i istess identeg vantaj psicolojeg e neurolojeg qe g’havariom a parlar italian e ingles. Ind i so publegazion scientifege, el Paolo Coluzzi, qe al viv in Malesia, un paes multicultural e plurilengua, l’è stait el prim a’l mond in ambit academeg a invidar i instituzion e i parlants a “salvaguardar i lengue rejonai d’Italia”, paragonand la so situazion a quella dei lengue minoritarie de la Spagna*.

Comè strument per vutar tute i varietaa del lombard, i relador sostegnen l’adozion de l’ortografia comuna qe el Lissander Brasca l’ha elaborad e descriit ind el liber “Scriver Lombard, un’ortografia polinomeg-local per la lengua lombarda” (ed. Menaresta, 2011).

I relador, qe collaboren ind la recerca scientifega per la defesa del lombard, hann sotalinead l’importanza de drovar el lombard in tute i situazion possibil, l’utilitaa de rejistrar i parlants nativ, de organizar events, visite guidade, laboratori in lengua local per recuperar l’abitudin a drovar-la in tute i situazion comunegative, anca inter-provinçai.

Minga domà el lombard, ma tute i lengue rejonai g’hann el dirit de soraviver e de refiorir. Un bell poo de esperienze internazionai de sucess, ne fann sperar ben.

La partecipazion del publeg a’l dibatit final (ognidun l’ha parlad la soa varietaa de lombard) l’ha desmostrad, anc’mò una vœlta, el grand interess qe g’è vers ai lengue dei teritori, espression de cultura e de identitaa.

*El liber del Paolo Coluzzi : “Minority language planning and micronationalism in Italy. An analysis of the situation of Friulian, Cimbrian and Western Lombard with reference to Spanish minority languages”, ed. Peter Lang AG, International Academic Publishers, 2007.

El Paolo Coluzzi a l’è anca autor de liber de viaj ind i paes orientai del mond.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...