Due milioni di Euro per la Greenway del Lago di Como

image001

Nei giorni scorsi la Regione Lombardia, ha dato l’ok al potenziamento della Greenway del Lago di Como, quel tratto spettacolare che permette di attraversare a piedi la Tremezzina, dando il via a lavori per oltre due milioni di euro che interesseranno i vari comuni attraversati dal percorso.

La Greenway del Lago di Como, è un itinerario che si svolge in parte lungo il tracciato dell’antica via Regina, in parte su tratti pedonali litoranei alternativi alla trafficata statale.

Un modo inedito, molto slow come si usa dire adesso, di scoprire in relax il lago che riserva tante sorprese e scorci spettacolari, oltre a un percorso gastronomico vario che vede formaggi, carni, pesce tutto in pochi metri.

Da Colonno a Griante, sono circa undici chilometri da percorrere a piedi (circa tre ore e mezza) per scoprire uno dei tratti più interessanti del Lario, che nel corso dei secoli ha affascinato i viaggiatori del Nord Europa, scrittori, poeti, musicisti e fino alle star hollywoodiane.

Il cammino prende avvio a Colonno: il sentiero selciato è ben segnalato dalla freccia giallo blu che indicano anche la distanza chilometrica da percorrere per arrivare al punto di arrivo.

Si sale e si scende attraverso gli stretti vicoli e i passaggi coperti, dal lungo lago alla montagna in pochi metri a Sala Comacina, dove si passa dall’insenatura della “Zoca de l’Oli”, qui da millenni si coltivano gli ulivi per arrivare a godere della vista completa sull’Isola Comacina.

Il sentiero della greenway, dal lago sale verso il centro di Ossuccio, porta al Sacro Monte, patrimonio Unesco. Da qui si scende verso Lenno andando all’Abbazia dell’Acquafredda.

Una vista incredibile sul promontorio e la storica villa del Balbianello oltre a Villa Monastero. Si attraversa il torrente Perlana e l’antico castrum romano di Campo, per arrivare alla chiesa parrocchiale con il suo battistero romanico. Un tratto di lungolago e si risale in montagna, proseguendo verso Mezzegra dove, in una panoramica terrazza naturale, sorge la chiesa di Sant’Abbondio, da cui si ammira uno degli scorci più belli del Lario.

Si passa poi da Palazzo Brentano, scendendo verso Tremezzo da cui si ritorna sul lago, sfiorando dimore storiche, tra cui Villa Carlotta e il suo parco, arrivando all’approdo dei battelli della navigazione.

Un ulteriore esempio per la valorizzazione del territorio insubre, con un progetto unitario che comprende in un unico sistema sia l’area a lago che quella a monte.

Il progetto di strategia di sviluppo locale, denominato “Tra Lago e Valle: cultura e paesaggio lungo la Greenway del Lago di Como”, è promosso dalla Comunità Montana Lario Intelvese, che vede quale ente capofila il Comune di Tremezzina (istituito il 4 febbraio 2014 dalla fusione dei comuni di Lenno, Mezzegra, Ossuccio e Tremezzo), al quale partecipano i comuni di Argegno, Schignano, Pigra, Cerano d’Intelvi, Dizzasco, San Fedele Intelvi, Colonno, Sala Comacina e Griante.

Tutto ruota attorno alla valorizzazione dell’itinerario della Greenway, in un’ottica di ulteriore sviluppo per il turismo ecosostenibile, che sta attirando sempre più persone negli ultimi anni.

Si vuole rendere la Greenway lariana, una vera e propria via principale, che s’interseca con i sentieri già esistenti, proponendo così un’alternativa, non solo del tratto lacuale ma portando i turisti anche alla scoperta delle aree più interne e montane, in particolare della Val d’Intelvi.

Un progetto che per le sue caratteristiche è ad ampio respiro e potrebbe portare ad altre iniziative collaterali in futuro.

Il progetto, del valore complessivo di oltre 2 milioni di euro, è stato presentato, nella sala consiliare di Tremezzina alla presenza del sindaco Mauro Guerra, del sottosegratario di Regione Lombardia alle Politiche per la montagna e Macroregione alpina (Eusalp) Ugo Parolo e dei sindaci dei comuni coinvolti, e ha già incassato il via libera dei tecnici regionali addetti all’assegnazione del bando.

Nel dettaglio il piano prevede, come detto interventi in tutti i comuni coinvolti.

La riqualificazione del centro sportivo di Pigra (345mila euro); interventi di manutenzione straordinaria su Villa Bolivianina di Tremezzo di Tremezzina (340mila euro); la riqualificazione del tracciato dell’antica strada Regina fra Dizzasco, Argegno e Colonno (231mila euro); la realizzazione di un marciapiede in Viale delle Rimembranze a Schignano (220mila euro); interventi in territorio di Cerano d’Intelvi, sulla mulattiera e sul ponte in Valle dei Mulini e nella sala polivalente presso il Museo del Latte (98.500 euro distribuiti su tre lotti); la riqualificazione della strada per Orimento a San Fedele Intelvi (50mila euro); altri interventi vari, tra cui quelli di prolungamento o riqualificazione della Greenway a Tremezzina (Mezzegra e Ossuccio), Griante e Sala Comacina.

Il costo totale del progetto (2.158.750 euro) sarà a carico dei comuni per il 40% circa, mentre Regione Lombardia coprirà il restante 60% della spesa. Il progetto, infatti, è stato ritenuto ammissibile e finanziabile a valere sul “Fondo regionale per lo sviluppo delle Valli Prealpine”.

Il sito: www.greenwaylagodicomo.com

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...