Orticolario: giardinaggio, arte e bellezza a Cernobbio

Nell’incantevole, suggestiva e storica cornice di Villa Erba a Cernobbio, torna Orticolario, manifestazione giunta alla sua ottava edizione. Un evento che unisce giardinaggio, arte, bellezza sul ramo comasco del Lario.

Orticolario, non è una fiera del verde e del giardinaggio, ma un vero e proprio evento, studiato ad hoc che racchiude la passione per la natura, l’armonia che esprime e l’eleganza, coniugate al bello creato dall’opera dell’uomo.

Una tra le poche rassegne italiane dedicate al green in grado di attirare l’attenzione dei più blasonati magazine di verde americani, inglesi e francesi.

Un’idea nata da uno dei principali imprenditori della seta Moritz Mantero, dell’azienda omonima, che ormai da un centinaio d’anni è leader mondiale nel settore.

Mantero, che ha casa proprio a Cernobbio, negli anni l’ha recuperata dall’abbandono, trasformata in un vero e proprio museo delle piante, con un giardino terrazzato sul lago che, da marzo a novembre, diventa una vera e propria esplosione di colore e arte con glicini, peonie, aceri, ulivi, oleandri ed essenze varie.

Le aziende che approdano all’esposizione di Orticolario, sono opera di una rigorosa selezione. Arrivano solo quelle che realmente esprimono l’eccellenza nella loro produzione florovivaistica e di prodotti per vivere il giardino al meglio. Le richieste di partecipazione vengono vagliate e accettate o meno, nei mesi precedenti, da un comitato guidato proprio da Moritz Mantero, con Alfredo Ratti, Emilio Trabella, Arturo Croci, Valter Pironi, Carla Testori e Vittorio Peretto, in collaborazione con la Fondazione Minoprio che si occupa di alcuni allestimenti di far testare sul campo ai propri studenti quanto appreso sui banchi di scuola.

Madrina della giuria estetica quest’anno sarà Anna Zegna, del Gruppo tessile Ermenegildo Zegna e General Manager dell’Oasi Zegna, nel biellese.

Un’occasione unica in questo splendido inizio di autunno per passare una giornata in uno dei luoghi più suggestivi e desiderati al mondo, per ammirare cosa può fare la natura con l’aiuto dell’uomo. Con la possibilità apprezzare al meglio anche la storica Villa Erba, dove visse anche il regista Luchino Visconti e sono stati girati dei film, video musicali e spot pubblicitari; per l’occasione si potranno visitare anche le stanze della famiglia.

Simbolo di quest’ottava edizione di Orticolario sarà l’anemone, detto anche il fiore del vento, che vanta oltre 120 specie, che nella mostra sarà visibile in 20 varietà autunnali, selezionate e accudite dai Vivai Priola di Treviso.

Il tema principale dell’esposizione sarà il Sesto Senso, ovvero “la magia che risveglia le emozioni e invita ad ascoltarle”, che accompagnerà lungo tutto il percorso i visitatori.

Nel parco di Villa Erba, non ci saranno solo fiori, piante e oggetti di design per il verde ma anche progetti d’artista e installazioni come quella nel padiglione centrale, curata dal paesaggista Vittorio Peretti, dal titolo Kosmos. Un progetto visionario, con forme di acciaio e vetro e diffusori audioluminosi alimentati a energia solare, con anemoni e felci.

Sempre nel padiglione centrale sarà esposta la seduta “Fold” disegnata da Nicola Bonriposi, vincitrice del primo concorso internazionale “Una Panchina per Orticolario”, indetto in collaborazione con il brand Ethimo, storico sostenitore della kermesse.

Nell’Ala Lario “Il bosco di camelie” dai fiori addormentati nel periodo autunnale, si rivela in un intreccio di tronchi lunghi e sinuosi. Dove si percepisce l’importanza della cura e del rispetto da parte dell’uomo verso il mondo vegetale. Nella Serra Platani (Ala Lario) grandi azalee a sfera appaiono “prigioniere” della forma geometrica.

Nell’Ala Cernobbio, si entrerà nella grande installazione “Boschiglio Intricante” dell’illustratore veneto Lino Stefani: una porta di passaggio verso un mondo onirico, popolato da creature in una natura primordiale e indomita. La magia è l’essenza che si fa tratto, mentre il percorso si trasforma: prima realistico, poi fantastico e infine mondo umano e vegetale, uno davanti all’altro.

I visitatori s’imbatteranno anche in altre opere e installazioni selezionate attraverso il concorso internazionale “Spazi Creativi 2016”.

Ma a Orticolario, non si va solo per guardare e ammirare la natura, s’impara anche ad ascoltarla in modo diverso. Questa edizione vede anche la realizzazione di uno speciale Orto Sonoro: un progetto di BotanicalDryGarden, cioè un orto e musica da ascoltare e da guardare, camminando lungo sentieri di vetro luccicante.

Diversi gli ospiti importanti del settore, dai veri propri guru, professori universitari di fama mondiale e paesaggisti del verde.

Saranno 270 le aziende presenti, tra cui “Pépinières Figoli” dalla Provenza, coltivatore di oltre 100 varietà di fico, e Aromatiche ClaGia di Sciacca, AG, con piante aromatiche come basilico perenne, pianta del curry, timo arancia e menta siciliana oltre alle venti varietà di melograno di Mauro Di Sorte del Vivaio Giardino Tara.

Il Premio “Per un giardinaggio evoluto”, verrà consegnato al paesaggista spagnolo Fernando Caruncho “per l’armonia che sa infondere ai suoi progetti di paesaggio, nei contesti più diversi, trovando sempre stimolanti punti di contatto fra filosofia e arte dei giardini, storia e botanica, cultura e natura”.

Uno dei modi per gustare al meglio la giornata e la visita a Orticolario? Quello di approdare a Villa Erba in battello, e godersi al meglio il lago e tutto il panorama circostante, fatto di montagne che finiscono a picco nel lago e di ville storiche. Un servizio di battelli-navetta gratuiti per e da Villa Erba sarà attivo nelle giornate di sabato 1 e domenica 2 ottobre, con partenza da Como (pontile 5, lungo Lario Trento).

Nota importante da ricordare. Da sempre, i contributi raccolti nel corso della manifestazione Orticolario, che non è a scopo di lucro, sono destinati a finalità benefiche a favore di associazioni del territorio che si occupano di persone disagiate.

IL CALENDARIO

Non mancheranno laboratori (anche per bambini), dimostrazioni pratiche, percorsi per curiosare tra le proposte per il giardino dei migliori vivaisti del mondo, tra migliaia di specie da conoscere, e imparare a coltivare, allenando il proprio “sesto senso”. A questo saranno dedicati i tanti incontri in calendario, con scienziati, scrittori ed esperti di piante e giardini che nei tre giorni ci condurranno in un mondo di meraviglie.

A disposizione anche l’app di Orticolario, con il calendario completo

Il sito: www.orticolario.it

INGRESSO

Alle biglietterie: Euro 17,00 intero – ridotto Euro 14

Ridotto speciale Euro 12,00 (tutti i giorni a partire dalle ore 17.00), Gratuito fino a 14 anni

Bus Navetta gratuito dai parcheggi di Cernobbio e Maslianico.

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO

Venerdì 30 settembre e sabato 1 ottobre: 9.00 – 19.30

Domenica 2 ottobre: 9.00 – 19.00

Pubblicato su: www.labissa.com 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s