FESTIVAL FUOCHI D’ARTIFICIO 2017

 

Rassegna internazionale di fuochi d’artificio sui laghi e sulle vette insubri

L’estate è la stagione dell’aria aperta, delle serate al chiaro di luna, sotto le stelle, possibilmente con un tocco di romanticismo e divertimento.

E per apprezzarle al meglio, per dare un tocco in più di atmosfera, sui laghi insubri Maggiore, Orta e Lugano ma anche sulle cime del verbanese e dell’Ossola, come da tradizione, significa anche fuochi d’artificio con quell’esplosione di luci e colori che fa rimanere incantati i bambini ma anche gli adulti. Consegnando così anche un’ulteriore attrazione turistica al territorio.

Anche l’estate 2017 avrà come protagonista uno degli eventi più attesi e apprezzati dal grande pubblico: il Distretto Turistico dei Laghi, Monti e Valli dell’Ossola ripropone infatti la rassegna “Festival Fuochi d’artificio”. Nove imperdibili spettacoli, tra pirotecnici e piromusicali, che toccheranno il territorio in diversi punti. Ai giochi pirotecnici, in alcuni casi si aggiungeranno anche crociere apposite sul lago, concerti, mercatini, natura, con appuntamenti in vetta che diventano così ulteriori proposte accattivanti per i turisti ma anche per gli stessi residenti dei luoghi che ospitano le manifestazioni.

Una manifestazione che raccoglie ogni anno sul territorio oltre 300.000 persone, in aumento per ogni edizione, creando anche un’importante ricaduta economica nelle zone interessate.

L’edizione 2017 della manifestazione vedrà anche due importanti novità. La prima è quella della partecipazione alla rassegna estiva di fuochi artificiali per eccellenza, delle città svizzere di Locarno e Lugano, che hanno deciso di entrare nel calendario con due grandi spettacoli realizzati dalla ditta “La Pirotecnica Sagl”, nata nella prima metà degli anni Trenta e professionista nel settore, con sede ad Ascona.

La seconda novità, riguarda la collaborazione con la prima rassegna di spettacoli piromusicali ad alta quota “Vette d’artificio”, realizzata da GFG Pyro e giunta ormai alla terza edizione. Portando così a 12 le tappe complessive del Festival.

Il Festival inizia sabato 8 luglio con la tappa svizzera di Locarno, con lo spettacolo alle ore 22.45 nel golfo di Muralto, curato dalla Sagl di Colombo (Ascona).

Sabato 22 luglio, la rassegna toccherò sponda lombarda del Lago Maggiore: inizio alle 22,30 nel Parco del Ticino a Sesto Calende con i fuochi d’artificio curati da Parente Fireworks (Melara – Ro).

La sera successiva, domenica 23 luglio, bis a pochi chilometri di distanza, in quel di Arona. Appuntamento per le ore 23 Quello aronese sarà come da tradizione uno degli spettacoli più imponenti, ancora di Parente Fireworks (Melara – Ro). Lo scorso anno erano ben sette le zattere, da dove si sparavano i fuochi in mezzo al lago garantendo uno show con un fronte largo diverse centinaia di metri. E per l’occasione la Navigazione Lago Maggiore, organizza crociere notturne per godere al meglio lo show.

Martedì 1 agosto (ore 22.30) si torna in Svizzera a Lugano con lo spettacolo curato da La Pirotecnica Sagl di Colombo di Ascona.

Sabato 5 (ore 22.30), sarò la passeggiata di Cannobio sul Lago Maggiore, a fare da palcoscenico ai fuochi a cura di Spettacoli Pirotecnici Maestri Bernocco di Vizzolo Predabissi (Mi).

Domenica 13 (ore 22.30) a Verbania, Pallanza con lo spettacolo di GFG Pyro Fuochi d’Artificio di Omegna.

Lunedì 14 agosto (ore 21.20), toccherà a Santa Maria Maggiore “capitale” della Valle Vigezzo.

Anche per quest’anno è stato confermato il servizio speciale “Vigezzina Centovalli”, che farà corse speciali per chi vorrà raggiungere comodamente a bordo del suggestivo trenino bianco e blu la località sede di spettacolo.

Orari partenza trenino Domodossola – Santa Maria Maggiore: 16.25 17.25 18.25 19.00

Il treno speciale di ritorno partirà invece da Santa Maria alle ore 23.30 (corsa unica senza fermate intermedie) con arrivo a Domodossola alle ore 00.10. Il costo dei biglietti sarà: € 7,40 cad. per gli adulti (A/R) € 3,70 cad. per i ragazzi da 4 a 12 anni (A/R)

Il finale del Festival con doppia tappa a Omegna, domenica 20 e 27 agosto (ore 21.30) in occasione della storica festa di San Vito, giunta alla sua 114esima edizione. Festa sentitissima in tutto il Cusio che per una settimana vede Omegna al centro di diverse manifestazioni. Nelle due serate dei fuochi d’artificio tutta la sponda nord del lago d’Orta viene presa letteralmente d’assalto dai turisti, già nel primo pomeriggio per assicurarsi i posti migliori. Così come succede nelle zone collinari nei dintorni di Omegna.

Spettacolo a cura di Martarello Group Fuochi Artificiali di Arquà Polesine (Ro) e GFG Pyro Fuochi d’Artificio di Omegna.

Come di consueto la Navigazione Lago d’Orta organizzerà, in occasione delle due serate di fuochi a Omegna, una crociera sul lago per godere degli spettacoli piromusicali da una posizione privilegiata. Partenze da Pella con successive tappe ad Orta San Giulio e Pettenasco.

Vette d’artificio 2017, è in programma dal 28 luglio al 12 agosto. Giunta alla sua terza edizione, rientra nel contesto del Festival, e vede fuochi e musica tra le cime del Verbano Cusio Ossola, unica rassegna piromusicale “in vetta” in Italia.

Un evento unico, volto a valorizzare le località dell’alto Piemonte che hanno aderito anche quest’anno. Tre conferme nel calendario estivo, Mottarone, Macugnaga e San Domenico, tre tappe che diventeranno palcoscenici naturali di spettacoli piromusicali poco impattanti e “attenti” all’ambiente, grazie all’esperienza di GFG Pyro, azienda organizzatrice della rassegna.

Tra le novità di quest’anno, da segnalare anche un’iniziativa speciale dedicata ai fotoamatori, che fin dalla prima edizione hanno seguito la rassegna e “inondato” i social ufficiali di Vette d’artificio con immagini spettacolari. Anche per valorizzare un patrimonio d’immagini, spesso e volentieri davvero di qualità, l’organizzazione di Vette d’artificio, in collaborazione con i comitati promotori delle singole tappe, ha pensato di coinvolgere tutti coloro che seguono le serate armati di fotocamera.

Basterà pubblicare sulla pagina Facebook ufficiale del festival (https://www.facebook.com/vettedartificio) – entro il giorno successivo allo spettacolo – una foto scattata durante lo show di Vette d’artificio.

Le votazioni saranno il frutto di un mix tra i “mi piace” espressi dai fan della pagina e i giudizi espressi da una competente giuria di qualità composta dal fotografo ufficiale di Vette d’artificio, Giancarlo Parazzoli, da un rappresentante del comitato organizzatore e dallo staff di GFG Pyro. Per chi si aggiudicherà il punteggio più alto in regalo una vacanza presso la località sede di spettacolo. E tra i tre vincitori verrà scelta dalla giuria la migliore fotografia di tutta la rassegna, il cui autore verrà premiato con un’attrezzatura fotografica professionale.

La prima tappa coincide con la “montagna dei sette laghi”, così denominata per la spettacolare e impareggiabile vista che il Mottarone offre dalla sua vetta di 1.491 metri. Una cornice naturale dal panorama suggestivo che abbraccia, appunto, sette laghi, tra cui i Laghi Maggiore, Orta e Mergozzo, e offre una vista a 360° dalle Alpi Marittime al Monte Rosa. Lo show coinciderà con l’inaugurazione dell’edizione 2017 di Vette d’artificio, venerdì 28 luglio. Il secondo appuntamento si terrà invece sabato 5 agosto a Macugnaga (Valle Anzasca): dal centro dell’antico borgo dei Walser a quota 1.327 metri, il pubblico potrà assistere a un emozionante show di fuochi, luci e musica letteralmente ai piedi dell’imponente parete est del Monte Rosa.

La terza serata, sabato 12 agosto, è programmata anche quest’anno a San Domenico di Varzo in Valle Divedro, ormai tra le più blasonate destinazioni dell’arco alpino per gli sport invernali, grazie a un grandioso ammodernamento degli impianti sciistici, ma anche apprezzata meta estiva per la miriade di percorsi escursionistici disponibili. Questo sarà lo spettacolo più “alto” della rassegna: verrà infatti ospitato nella spettacolare conca alpina dell’Alpe Ciamporino, a circa 2.000 metri di altitudine, in uno scenario naturalistico davvero mozzafiato.

Lunedì 14 agosto il finale vedrà al centro la new entry della rassegna, Santa Maria Maggiore (Valle Vigezzo)un paese tutto da scoprire, grazie ai suoi musei unici, con le indimenticabili storie dei pittori e degli spazzacamini, e alla bellezza delle sue architetture di montagna.

Lo spettacolo di Vette d’Artificio è legato alla secolare festa patronale dell’Assunta e sarà preceduto dal tradizionale falò, ospitato presso i pianori del Centro del Fondo, in ingresso al paese.

Per raggiungere la località verranno attivate le corse speciali della Ferrovia Vigezzina-Centovalli.

Tutti gli spettacoli piromusicali realizzati dalla GFG Pyro inizieranno alle ore 22.30 e potranno contare su un folto programma di eventi collaterali.

Per informazioni, aggiornamenti, variazioni sugli spettacoli della manifestazione: http://www.distrettolaghi.it e sul sito www.vettedartificio.it

Per le crociere notturne in occasioni del Festival: www.navigazionelaghi.it

Pubblicato suwww.labissa.com

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s